Il fascino del vago
Il fascino del vago

Il fascino del vago

Sono biondo senza averne l'aria.

Le lumache

Le lumache a volte hanno il guscio, a volte no.
Quelle col guscio pare si chiamino chiocciole, ma per me, che non lo sapevo, le lumache a volte erano sì senza guscio, più spesso con, ma lumache comunque.
Quelle senza guscio sono come nude, prive di possedimenti e anche un po’ disorientate. Procedono lentamente infatti. Anche quelle col guscio in effetti non hanno un gran passo, però quella robina che si portano dietro, sempre in spalla, all’occorrenza tutt’intorno, mi fa pensare che ne sappiano di più, abbiano un riferimento universale nello spazio-tempo, siano più sicure di sé insomma, e magari sborone. A differenza delle altre che invece strisciano bavose senza riparo, né rifugio, né ricordi, credo, né memoria, immagino, libere però, senza legami o vincoli di sorta, avventuriere, seppur mollicce. Libere e mollicce. E umide. Sempre esposte a tutto.

Io ho sempre pensato di essere una lumaca col guscio, che non lo sapevo che le lumache sono quelle senza, e mi credevo riparata, zainetto in spalla, avventuriera e temeraria ma sempre al sicuro all’occorrenza, con tutt’intorno le mie cose.

Invece mica.

Invece ero una lumaca senza guscio, senza casa, senza riparo, umida e bavosa e molliccia. Nuda. Priva di possedimenti e cose e un po’ disorientata. Libera però nello spazio e nel tempo, al riparo sì, ma da vincoli, e legami, e riferimenti, e gusci.

Chissà poi perché, si vien fuori sempre quando piove.

[la linea sottile tra due punti di vista]

[la linea sottile tra due punti di vista]

Internet: quel luogo dove per ogni domanda che fai puoi trovare migliaia di risposte sbagliate.

-Non aggiungere altro, sai, penso che tu sia diretta…
-Lo so, dico quel che penso.
-Fammi finire, diretta affanculo.

Sono riservato e modesto. Evito di avvicinarmi troppo alle persone, specie in estate, casomai puzzassi di pudore.

Top